Corso annuale di Archivistica

Istituito ufficialmente nel 1976 come «corso minore», è attualmente il più frequentato e si propone l’obiettivo di formare archivisti competenti nella gestione degli archivi correnti (uffici di protocollo), nell’organizzazione degli scarti e dei versamenti negli archivi di deposito e nel riordinamento, nell’inventariazione e nella descrizione di fondi moderni e contemporanei, custoditi negli archivi storici di enti ed istituzioni pubbliche, private ed ecclesiastiche.

Il Corso è accessibile ad un numero massimo di 72 allievi, suddivisi in due turni di lezioni, e si articola in due moduli: l’esposizione teorica, che tratta la disciplina nelle sue partizioni (teoria archivistica, storia degli archivi e dell’archivistica, archiveconomia, informatica applicata agli archivi, legislazione archivistica, archivistica ecclesiastica, storia della Curia Romana), e l’esercitazione pratica dedicata alla lettura, regestazione e cronologia dei documenti d’archivio e all’uso di repertori e di strumenti per la ricerca storica in archivio.

Completa il curriculum didattico un breve ciclo di lezioni dedicato alla Diplomatica, con particolare riferimento allo studio critico dei documenti papali. A conclusione del corso è prevista una visita didattica all’Archivio Segreto Vaticano, ai suoi depositi e ai suoi laboratori.



Per informazioni sulle modalità di iscrizione, consultare la pagina

iscrizioni


  • Corso annuale di Archivistica
Programma e bibliografia