Modalità di ammissione

Domanda di ammissione

Il candidato che desideri iscriversi a uno dei corsi presenta alla Segreteria della Scuola una domanda di ammissione indirizzata all’Eminentissimo Signor Cardinale Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, corredata della necessaria documentazione.

Modulo di ammissione ai corsi

 

Quali documenti presentare alla Segreteria

  • Lettera di presentazione di un Istituto di ricerca storico-scientifica accreditato o di una persona qualificata nel campo delle ricerche storiche (professore titolare di cattedra universitaria). Per gli ecclesiastici è richiesta anche una lettera di presentazione e di consenso del proprio superiore canonico.
  • Certificato dell’ultimo titolo accademico richiesto – per i laici la laurea quinquennale o un titolo universitario equivalente, il dottorato o l’assegno di ricerca; per gli ecclesiastici la licenza o il dottorato – con l’elenco degli esami sostenuti e la relativa votazione.
  • Copia di eventuali pubblicazioni del candidato.
  • 2 foto formato tessera aggiornate.

modulo-ammissione-corsi

Le domande di iscrizione ai corsi possono essere spedite a partire dal 7 gennaio per raccomandata postale o consegnate a mano alla Segreteria della Scuola, e devono pervenire entro e non oltre il 15 maggio.

 

Le iscrizioni al Corso biennale di Paleografia, Diplomatica e Archivistica si aprono ogni due anni e sempre negli anni pari (2010, 2012, 2014, ecc.).

 

Per il Corso annuale di Archivistica, a parità di titoli scientifici o di altre valutazioni, la precedenza cronologica delle domande pervenute alla Segreteria della Scuola, stabilita in base al timbro postale, costituisce titolo di preferenza.
Non è consentito iscriversi contemporaneamente al Corso biennale di Paleografia, Diplomatica e Archivistica e al Corso annuale di Archivistica.
Ricevuta tutta la documentazione necessaria per espletare le pratiche di ammissione ai diversi corsi, la Segreteria provvede ad attuare le specifiche procedure previste.

 

Ammissione al Corso biennale di Paleografia, Diplomatica e Archivistica

 

Condizione imprescindibile per potersi iscrivere al Corso è il superamento di una prova scritta di ammissione. La data dell’esame, generalmente fissata alla metà di settembre del primo anno del Corso, viene comunicata ai candidati via e-mail.
La prova consiste nella traduzione di un testo dal latino classico o tardo-antico in una delle seguenti lingue moderne, a seconda della nazionalità del candidato: francese, inglese, italiano, portoghese, spagnolo, tedesco. È altresì richiesta la versione di un testo dall’italiano in latino. Il tempo previsto per lo svolgimento dell’intera prova è di 5 ore. La valutazione della prova è affidata a una Commissione di docenti presieduta dal Prefetto dell’Archivio Segreto Vaticano.
Superata la prova scritta di latino, il candidato perfeziona la propria iscrizione presso la Segreteria, compilando un’apposita scheda personale.
Il numero massimo degli allievi del Corso è fissato a 36. Pertanto, a parità di merito nello svolgimento della prova di latino, la Commissione provvede a valutare i titoli dei candidati e, dove necessario, procede ad un colloquio personale, in base al quale si riserva di esprimere, con insindacabile giudizio, l’ammissione o la non ammissione del candidato, che in questo caso viene considerato ammissibile nel successivo biennio.

 

Ammissione al Corso annuale di Archivistica

 

Le richieste di ammissione al Corso vengono valutate e selezionate, con giudizio insindacabile, da una Commissione di docenti presieduta dal Prefetto dell’Archivio Segreto Vaticano.
L’ammissione al corso viene comunicata via e-mail ai candidati dalla Segreteria della Scuola nei primi giorni di giugno. I candidati ammessi, dopo aver confermato la propria partecipazione al corso entro il 15 giugno, provvedono a versare la quota d’iscrizione e, dal 1° al 30 settembre, perfezionano le pratiche di ammissione presso la Segreteria, compilando una apposita scheda personale.
La Segreteria nel mese di giugno invia debita comunicazione anche ai candidati non ammessi per esaurimento dei posti disponibili, unendo un apposito modulo con cui confermare la domanda di ammissione per l’anno accademico successivo. Si costituisce così una graduatoria o lista di prenotazione, alla quale la Segreteria attinge anche in caso di rinuncia al Corso da parte dei candidati ammessi.

 

Ammissione al Corso annuale di Paleografia greca

 

Condizione imprescindibile per potersi iscrivere al Corso è il superamento di una prova scritta di ammissione. La data dell’esame, generalmente fissata tra settembre e ottobre, viene comunicata ai candidati via e-mail.
La prova consiste nella traduzione di un testo dal greco, classico o post-classico, in una delle seguenti lingue moderne, a seconda della nazionalità del candidato: francese, inglese, italiano, portoghese, spagnolo, tedesco. Il tempo previsto per lo svolgimento della prova è di 5 ore. La valutazione della prova è affidata a una commissione di Docenti della Scuola.
Superata la prova scritta di greco, il candidato perfeziona la propria iscrizione presso la Segreteria, compilando un’apposita scheda personale.

 

Formalizzazione dell’iscrizione

 

Espletate le pratiche di iscrizione secondo le indicazioni espresse nella pagina Quote di iscrizione e modalità di pagamento, il candidato riceve la tessera di frequenza con fotografia, con cui potrà accedere allo Stato della Città del Vaticano attraverso la Porta Sant’Anna.

 

La tessera di frequenza deve essere riconsegnata alla Segreteria della Scuola entro il 30 giugno di ogni anno.